ATRIO: BOOKSHOP E CAFFETTERIA

There are no translations available.

Il progetto dello studio LL.TT di Torino

L’edificio esistente si presenta come un moderno involucro capace di assolvere alle funzioni non solo museali, ma anche di aggregazione ed incontro come vero e proprio nuovo punto di riferimento per la vita culturale della città.
Varcato l’ingresso, in posizione laterale, si trova la biglietteria, elemento di cerniera tra la zona di ingresso e le attività commerciali e ricreative del Museo. Il bancone, principale presidio per la vendita dei biglietti, è concepito in modo da garantire al personale una visione complessiva che dall’ingresso arriva fino alla grande corte centrale. Quest’elemento si trasforma nel suo sviluppo a seconda delle esigenze: da semplice bancone sul lato della biglietteria del Museo, diventa vetrina espositiva in prossimità del bookshop, arrivando ad integrare una seduta sul lato verso la corte, a servizio dei gruppi.
Il pubblico ha la possibilità di cogliere le varie funzioni racchiuse nello spazio dell’atrio attraverso l’individuazione visiva delle diverse attività: bookshop, caffetteria e centro di documentazione. In questo senso il progetto risolve la necessità funzionale di individuare delle sottozone per lo svolgimento delle varie attività previste, mantenendo la continuità spaziale e la geometria curva del corpo di fabbrica esistente.

L’ingresso al bookshop e alla caffetteria avviene dal lato verso la corte coperta, sotto una pensilina ribassata che ne sottolinea l’entrata. La pedana in doghe lignee, che si appoggia sul pavimento esistente in resina scura, crea punti di vista ed ambiti spaziali differenti. La grande cassa, che presidia i passaggi di entrata e uscita del bookshop e dalla caffetteria, viene visivamente e funzionalmente separata da quella della biglietteria museale tramite un grande armadio bifacciale in legno di rovere. Gli elementi che compongono il bookshop sono espositori cubici modulari in legno di rovere, spostabili e componibili in differenti combinazioni a seconda delle diverse esigenze del futuro gestore. Da qui si viene poi catturati in un “tunnel” visivo costituito da una lunga pedana sormontata dalla pensilina metallica che, attraverso l’uso di una speciale lamiera opportunamente illuminata, ricrea l’idea delle fronde degli alberi. La lamiera orizzontale, in posizione ribassata rispetto alla quota di soffitto esistente, individua come fulcro visivo ed elemento conclusivo dello spazio il bancone bar. Sulla pedana, divanetti, poltrone e tavolini bassi articolano e movimentano il percorso offrendo ai visitatori diverse possibilità di fruizione del grande spazio. In asse con il bancone, a destra della pedana, una serie di tavolini e sedie direttamente appoggiati sul pavimento esistente sono intervallati da grandi alberi in vaso a creare “un bosco” che tende ad “invadere” anche la zona del bookshop dove sono previste delle sedute per la consultazione dei volumi acquistabili. A sinistra della pedana due grandi divani permettono di ospitare più persone contemporaneamente portando ad eleggere questo luogo per l’attesa dei gruppi. Nella bella stagione, la caffetteria avrà la possibilità di disporre di uno spazio di dehors dove posizionare altre piante e delle sedute.

Bookshop Smart Trade di Ilaria Nicastro, 011-6598758, هذا البريد محمى من المتطفلين. تحتاج إلى تشغيل الجافا سكريبت لمشاهدته.

Caffetteria De Filippis, 340-6006499, هذا البريد محمى من المتطفلين. تحتاج إلى تشغيل الجافا سكريبت لمشاهدته.

There are no translations available.