La FERRARI 330 P3/4 Sport/Prototipo del 1967 in esposizione temporanea al MAUTO

There are no translations available.

Una storica immagine mostra 3 FERRARI allineate all’arrivo della 24 ORE DI DAYTONA del 1967.

Una delle tre, la FERRARI 330 P3/4, sarà ospite al Museo dell’Automobile, nella sezione FORMULA fino alla fine del mese di giugno.

Strepitoso il successo ottenuto dalla Ferrari il 5 febbraio 1967 alla 24 Ore di Daytona (USA): tre vetture ai primi tre posti, sapientemente fatte arrivare affiancate al traguardo dal direttore sportivo Franco Lini. Si trattava di una 330 P4 spider (Bandini-Amon), di una 330 P4 berlinetta (Parkes-Scarfiotti) e di una 412 P (Rodriguez-Guichet).  Fu una vittoria straordinaria, per di più in terra americana in casa della rivale Ford, che contribuì in maniera determinante alla conquista del Campionato Internazionale Costruttori Sport Prototipi 1967. La 330 P4 era l’ultimo anello di una serie di vetture sport prototipo costruite a partire dal 1961 in versioni sempre più perfezionate. Il motore della P4 aveva tre valvole per cilindro, iniezione, doppia accensione e poteva mantenere la sua potenza di ben 112 cavalli per litro per 24 ore, come dimostrato dalle lunghe gare portate a termine senza problemi durante tutta la stagione. Dalla P4 derivarono anche i modelli Can Am per le corse delle omonima serie nordamericana.