LA FIAT ZERO (1912) del MAUTO ospite alla XXI TRIENNALE INTERNATIONAL EXHIBITION 2016

La TRIENNALE DI MILANO inaugura stasera la XXI International Exhibition dal titolo 21st Century. Design After Design (2.04-12.09). L'esposizione è accreditata dal BIE (Boureau International des Expositions) e coinvolgerà in modo inedito non solo gli spazi di Triennale e quelli del Parco Sempione, ma sarà diffusa in varie sedi in tutta la città di Milano e nei suoi dintorni.

Per l'occasione la FIAT ZERO (1912) del Museo dell'Automobile sarà esposta - da domani, sabato 2 aprile, fino al 12 a settembre - nell'ambito di una delle mostre in programma, NEO PREISTORIA, curata da Andrea Branzi e Kenya Hara, anche membri del Comitato Scientifico della XXI Esposizione. Questa mostra, che coprirà uno spazio di circa 1300 mq, prevede una selezione di oltre 100 oggetti che vanno dalla preistoria al contemporaneo, e che rappresentano le tappe della storia dell'uomo.

FIAT ZERO. Il modello “Zero” è stato il capostipite delle vetture Fiat di tipo utilitario. Prodotta fra il 1912 e il 1915 in oltre 2000 esemplari, di struttura meccanica molto semplice, robusta e affidabile, la “Zero” era fornita nelle versioni torpedo e spider. Carrozzeria studiata dagli Stabilimenti Farina, con la partecipazione diretta dell’allora giovanissimo Giovanni Battista “Pinin” Farina (poi Pininfarina). Il prezzo della torpedo, 8.000 lire, rappresentava per quei tempi un primato di convenienza.